IL FUOCO


                    IL FUOCO


Raccogli tutta la legna che pensi ti servirà prima di accendere il fuoco. Essa deve essere morta, cioè senza linfa, e asciutta. In queste condizioni sarà facile da spezzare, brucerà meglio e darà poco fumo. Il legno marcio non da né fiamma né brace. In realtà anche il legno verde brucia, specialmente se tagliato finemente, ma è più lento ad incendiarsi, dà meno calore e molto più fumo di quello secco. Sopra lesca metti un bel po di legnetti sottili (e secchi), tutti ben vicini tra loro. Seguendo una disposizione a piramide, continua a mettere legni man mano sempre più grossi. Lascia un piccolo varco nella parte bassa della piramide, dal lato del vento, per incendiare lesca.

Finché le fiamme non sono ben sviluppate, i legni devono essere disposti incrociati in modo che si sostengano lun con laltro senza premere sul focolare che altrimenti verrebbe soffocato. 

ATTENZIONE: mai spruzzare o gettare direttamente sulla fiamma, né sulle braci un combustibile liquido. NON LASCIARE MAI IL FUOCO INCUSTODITO!!!!

ESCHE PER IL FUOCO

Uno scout non usa la carta per accendere un fuoco: per esca si intende qualunque materiale capace di incendiarsi in tempi brevissimi e dar vita al fuco. Esche naturali sono: corteccia secca, rametti molto sottili, trucioli di legno, foglie secche o paglia, sterco secco di erbivori, nidi abbandonati, funghi secchi, parti fibrose o lanose di piante, piume duccello, pelo di animali

IN CASO DI PIOGGIA

I rami secchi ancora attaccati alla parte bassa del tronco degli alberi sono quasi sempre asciutti perché riparati dai rami più alti. Cerca legna asciutta in tutti quei posti che offrono riparo dalla pioggia: sottovento, dietro grosse pietre, sotto grossi tronchi abbattuti o in mezzo alle cataste. Quando la pioggia è recente, i tronchetti un po più grandi sono bagnati solo in superficie e all interno sono ancora asciutti.

Naturalmente durante un campo fisso non dovresti incorrere in problemi del genere perché un bravo Scout ha sempre una scorta di legna ben asciutta.

SPEGNERE IL FUOCO

Il fuoco deve venire spento con acqua e terra, e pestato bene in modo che non rimanga nemmeno una scintilla!!!

PREPARAZIONE DEL FUOCO

Dopo aver scelto il posto, si deve ripulire il terreno dal fogliame, della sterpaglia e del materiale infiammabile, tutto questo in un raggio di circa un metro intorno allarea dove si vuole costruire il focolare. Questo lo si deve tener conto soprattutto in zone molto secche con pericoli di incendi.




 COME ACCENDERE UN FUOCO


 CON IL SOLE E UNA LENTE DINGRANDIMENTO


 

  Concentra i raggi del sole sullesca, finché non inizia a fumiginare. Soffia sopra con delicatezza, per farla ardere completamente e aggiungi, poco a poco, rametti piccoli e secchi.

CON LA PIETRA FOCAIA

Tieni in una mano la pietra focaia vicino allesca. Dai alla pietra un colpetto obliquo con un pezzetto i acciaio, oppure con il dorso della lama di un coltello in acciaio. Si produrranno delle scintille che cadranno sopra allesca e inizieranno a farla accendere. Soffia moderatamente sullesca, fino a far sorgere la fiamma. Alimenta con altra esca ben secca prima aggiungere legna piccola e secca.

CON LO SPAGO

Utilizza un ramo molto secco e perfettamente asciutto e appoggialo su un tronchetto in modo che sia sollevato da terra. Metti sotto di esso lesca. Tieni fermo il bastone con un piede e tira molto velocemente lo spago su e giù, fino a quando lesca non prende fuoco.

CON LARCHETTO

Ti occorrono: un archetto curvo, sulle cui estremità fisserai una striscia di cuoio, un bastone lungo circa 30 cm, del diametro di 2-3 cm, una impugnatura di legno duro, o i pietra, di circa 5 cm di diametro, con un incavo nel quale far entrare il basatone, un focolare con alcuni fori già predisposti, nei quali metterai lesca.

Metti lesca nel focolare e fai ruotare il bastone con larchetto, senza fermarti neppure per un istante e senza premere sullimpugnatura. Dopo un certo tempo, dal focolare inizierà a salire del fumo e a formarsi una polvere fina e scura. Continuando la rotazione, sempre più velocemente, finirà per formarsi della brace incandescente.



Gruppo scout fano 2 » Categoria Scouting » IL FUOCO